MENU

SMEGazine

L'ARTE DI STUART SEMPLE (E VOI CHE CREDEVATE CHE I FRIGORIFERI SERVISSERO A CONSERVARE GLI ALIMENTI)

Avete in casa un frigo Smeg?
Andate in cucina e guardatelo intensamente.
Cosa avete notato? Nulla?
Tornate in cucina e osservatelo ancora:come appare?
Cosa avete messo sulla porta? L’avete decorato con delle calamite? Ci avete messo su una lavagna? L’avete riempito di post-­it colorati?
Ecco, ora vi state avvicinando un po’ di più a quello che ha visto l’artista Stuart Semple, che fermandosi alla sola superficie della porta è in realtà sceso così tanto in profondità nella comprensione di un’icona pop da riemergere in superficie con un’ottima idea per una serie di installazioni.
La porta di un frigo, amici, è un foglio che racconta mille storie.
A differenza di quello che accade con un tostapane o con un frullatore, la porta di un frigo è uno spazio ove le persone lasciano appunti, si scambiano messaggi, e pian piano trasformano quella porta in un effetto altamente personale, come una enorme pagina in lamiera del social network casalingo.
Ma perché Stuart usa la porta di uno Smeg per mettere in scena questo Facefridge (o Fridgebook se preferite)? Ecco le sue parole: "There’s something so gorgeous about Smeg fridges, they are just iconic in every way, they just personify refrigerator, they are timeless.
I’ve always loved them, there’s something strangely nostalgic about them too".
Ok, adesso tornate in cucina e osservate di nuovo il vostro profilo personale, pardon, il vostro frigo Smeg.

Stuart Semple

2014 Smeg S.p.A. © - P.iva 01555030350
Italia
Italia United Kingdom Other countries France Deutschland Netherland España Sverige Русский